PER TUTTE LE ORE

ANTIPASTI

PRIMI PIATTI

SECONDI PIATTI

LE PROTEINE
100 gr. di carne di suino forniscono da 12 – 22 gr. di proteine a seconda del taglio prescelto, quantità che consente di soddisfare ? dei bisogni proteici quotidiani di un uomo adulto che svolge una attività normale.
LE VITAMINE
E’ fonte importante di vitamine quali PP, B 2, B 6, in particolare di vitamina B12 indispensabile per la formazione dei globuli rossi ed il funzionamento del sistema nervoso e di tiamina, vitamina B1, che come è noto è presente nel tessuto muscolare della carne suina in quantità notevolmente più alta rispetto a quella delle altre carni.
IL FERRO, LO ZINCO ED I MINERALI
Minerali indispensabili che possono portare le diete vegetariane a rischio proprio per la loro possibile carenza, sono presenti in maniera significativa.
In particolare il ferro, indispensabile per le esigenze di tutte le età e per il ruolo essenziale che riveste in molte funzioni biologiche del sangue, del metabolismo dei muscoli.
Negli impegni fisici ed intellettuali, una carenza di ferro comporta un calo delle prestazioni. Si tratta di ferro con elevata “biodisponibilità”, cioè molto più assorbibile di quello presente nei vegetali.
L’organismo può infatti assorbire, solo una piccolissima parete del ferro contenuto ad esempio negli spinaci mentre assorbe in lunghissima parte quello presente nella carne.
Da sottolineare anche la presenza di altri importanti minerali quali potassio, calcio, magnesio e lo zinco per il ruolo che gioca nelle attività fisiologiche come la produzione dell’ormone della crescita e le difese immunitarie.

I GRASSI DIETETICI
Nel corso degli anni utilizzando tecnologie dolci quali la genetica e le tecniche alimentari basate su alimenti naturali si è ottenuta una forte diminuzione del grasso e soprattutto si è molto ridotta la quota di acidi grassi saturi (cattivi) a favore dei benefici acidi grassi insaturi – polinsaturi (buoni) e del colesterolo.
In particolare sono cambiate le caratteristiche delle carni aumentando la quota di muscolo magro, riducendo allo stesso tempo la parte grassa.
Attraverso l’alimentazione, gli allevatori hanno adeguato le caratteristiche delle carni, e soprattutto dei grassi del maiale, alle necessità nutrizionali dell’uomo moderno. Questo adeguamento è stato ottenuto con l’impiego di alimenti di alta qualità ed ineccepibili, come il mais, l’orzo, la soia, la crusca, ed altri alimenti semplici vegetali, tra loro equilibrati ed opportunamente integrati. Rilevante è la presenza di una sostanza chiamata acido linoleico coniugato CLA. Questo acido è un grasso buono che aiuta il nostro organismo e le nostre arterie ad abbattere più velocemente i grassi cattivi.

La natura ha sicuramente prilivegiato il territorio della Provincia di Cuneo in modo particolare ed unico. Infatti solo qui troviamo un microclima altamente salubre che risente del felice incontro tra i venti caldi e profumarti provenienti dal vicino Mar Ligure e le correnti d’aria che scendono dalle tante vallate alpine portando con sé la freschezza dei boschi di castagno, di faggio e di abete. Un microclima che contribuisce, come elemento naturale essenziale, nelle diverse fasi, dalla produzione della produzione della materia prima alla stagionatura, a garantire un prodotto irrepetibile.
Anche per questo, i prodotti di salumeria CON.SA.TI. Cuneo presentano un consolidamento legame con l’ambiente, suffragato oltre che da riferimenti storici che ne attestano in modo indiscutibile la tradizionale produzione, dalla tipologia dell’allevamento suinicolo, dalla sua consistenza, dal paziente lavoro di selezione che ha portato il suo territorio ad essere ai primi posti nella graduatoria fra le province italiane per numero di capi suini allevati. Il binomio “allevamento suinicolo – produzione di salumeria tipica”caratterizza da molto tempo questi prodotti tipici ed affonda le sue radici sin dai secoli scorsi.
La produzione di salumeria CON.SA.TI. Cuneo è in grado, oggi, di garantire al consumatore la tipicità antica dei salumi artigianali, esaltando peculiarità particolari legate al tipo di lavorazione, come l’aromaticità e la palatabilità.
Tecniche di preparazione e di stagionatura particolari tramandate da molte generazioni, selezioni di carni di prima qualità sapientemente dosate dai mastri salumai consentono di garantire produzioni che continuano suscitare apprezzamenti sui mercati nazionali ed esteri.
Fattore ambientale, fattore zootecnico, fattore climatico, fattore umano rappresentano gli elementi caratterizzanti, peculiari, unici ed essenziali dei salumi con il marchio CON.SA.TI.